17 modi per risparmiare l’acqua di casa

Home/Articoli/17 modi per risparmiare l’acqua di casa
modi-risparmiare-acqua-casa

Dicembre 12, 2020

Categoria: Articoli

Tutti Gli Articoli

Il riscaldamento globale ha portato con sé alcuni sgradevoli effetti che possono mettere in pericolo la salute del pianeta e di tutte le forme  di vita che ci abitano. Fra questi uno dei più allarmanti è rappresentato dalle siccità, periodi dove la mancanza d’acqua interferisce con le attività biologiche di piante, animali e esseri umani. Conservare l’acqua è quindi più importante che mai: ecco a te 17 suggerimenti per ridurre gli sprechi d’acqua a casa tua.

1. Ottimizza l’utilizzo dello sciacquone

L’utilizzo dello sciaquone è una delle attività che fa utilizzare più acqua in assoluto. Naturalmente non sarebbe pensabile farne a meno, ma un metodo per rendere meno impattante l’utilizzo dei servizi è limitarsi a tirare l’acqua solo quando è strettamente necessario, e ottimizzare nel caso due famigliari debbano andare ai servizi nello stesso arco di tempo.

2. Gabinetti ad alta efficienza

Naturalmente quando si tratta di igiene personale non sempre il precedente suggerimento può essere adottato, quindi sarebbe utile valutare l’installazione di un gabinetto ad alta efficienza, che permette di abbattere i consumi di acqua del 65%, un grande aiuto per l’ambiente.

3. Chiudi il rubinetto quando ti lavi i denti

Non lasciare l’acqua scorrere quando ci si lava i denti. Si tratta di un suggerimento che tutti prima o poi hanno sentito o letto almeno una volta, ma potrebbe stupire sapere quante persone non chiudono il rubinetto mentre si spazzolano, sprecando in questo modo anche più litri d’acqua!

4. Lavati il viso con cura

Oltre ai denti, un cattivo utilizzo del rubinetto è comune quando ci si lava il viso o le mani, dove non solo si lascia scorrere l’acqua, ma si utilizzano anche quantitativi esagerati pensando di eliminare più germi. Per fare ciò, invece, basta anche un leggero inumidimento della pelle.

5. Mantieni l’efficienza di tubi e rubinetti

Rubinetti e tubi che perdono sono nemici dell’ambiente. Anche nei casi più “leggeri”, infatti, si consumano alte quantità d’acqua che non possono essere recuperate. Meglio intervenire immediatamente chiedendo aiuto a un idraulico.

6. Non lavare la macchina in giardino

Lavare la macchina sporca in giardino o nel garage è una consuetudine di chi ha a disposizione una canna dell’acqua, ma in ogni caso è meglio rivolgersi direttamente a un autolavaggio. L’alta specializzazione di questi luoghi, unita a mezzi pensati appositamente per la pulizia permette di utilizzare acqua in quantità decisamente minori, che spesso viene anche riciclata dalla stessa attività!

7. Fai la doccia in modo efficiente

Per ottenere un grande risparmio d’acqua, basta limitare il tempo utilizzato per fare la doccia. Per quanto sia bello rilassarsi o rinfrescarsi con un getto tiepido o gelido, d’inverno o d’estate, non occorre dimenticare che anche solo pochi minuti in più possono nuocere all’ambiente. Basta ottimizzare i tempi e adottare doccette moderne, che permettono di diminuire il consumo d’acqua mantenendo un buon getto.

8. Compra (se puoi) degli elettrodomestici di ultima generazione

In generale, un piccolo upgrade dell’ambiente domestico è un ottimo punto di partenza per risparmiare acqua. Oltre alla doccetta e ai gabinetti ad alta efficienza si possono anche comprare elettrodomestici dotati di sensore dell’acqua per monitorare i propri consumi.

9. Innaffia le piante in modo ottimale

Quando si annaffiano le piante bisogna scegliere un momento particolare, che coincide con le prime ore del mattino o quelle della sera. Il motivo? Semplice, con meno calore ci sarà meno evaporazione e l’acqua si manterrà liquida più a lungo per essere debitamente assorbita, senza sprecarne nemmeno una goccia.

10. Organizza meglio il tuo giardino

Gli spazi verdi esterni possono essere molto belli da vedere, ma per mantenerli spesso si utilizza un’esagerata quantità di acqua. Per non pesare sull’ambiente basta mantenere superfici contenute, oppure decorare quelle più grandi con piante che non richiedono troppo nutrimento, come cactus o succulenti.

11. Non scambiare il gabinetto per il tuo personale porta rifiuti

Mai utilizzare il gabinetto per gettare pezzi di carta o piccoli oggetti. Al di là di creare problemi all’impianto idraulico, fazzoletti, filo interdentale e cotton fioc vanno smaltiti nell’apposito cestino per evitare di sprecare più acqua del necessario.

12. Ottimizza il lavaggio delle stoviglie

Non è raro vedere in molti lavandini una bacinella di plastica. Si tratta di un espediente che bisognerebbe utilizzare sempre, in modo da raccogliere acqua che può essere utilizzata per il lavaggio di piatti o vestiti senza il bisogno di esagerare con l’acqua corrente. Se la temperatura della bacinella è tiepida, inoltre, si possono lasciare stoviglie o oggetti a mollo per rimuovere lo sporco senza tenerli troppo a lungo sotto il getto del rubinetto.

13. Migliora l’attesa dell’acqua calda nella doccia

Aspettare l’acqua calda è fastidioso, e un impianto mal isolato non fa che allungare i tempi e aumentare gli sprechi. Per fortuna si può arginare questo processo con della schiuma per l'isolamento di componenti idrauliche, in modo da raggiungere le alte temperature molto più in fretta.

14. Lavatrice e lavastoviglie sempre a pieno carico

Lavatrice e lavastoviglie sono due elettrodomestici indispensabili nelle case, ma occorre saper utilizzarli con la dovuta attenzione. Se possibile è meglio fare sempre carichi completi e non parziali: nel caso questo sia inevitabile, basta scegliere programmi che utilizzano meno acqua per fare la propria parte nella lotta contro gli sprechi.

15. Ottimizza l’irrigazione del tuo giardino

Per quanto riguarda vialetti e giardini è bene non irrigare il manto erboso troppo spesso, ma solo quando è necessario. Per avere un’idea dello stato dell’erba è possibile camminarci sopra: se i fili rimangono piatti vuol dire che è tempo di innaffiare.

16. Riduci gli sprechi con il compost

Il consumo di acqua si può limitare con il compost. Chi ha la possibilità di degradare in questo modo gli scarti alimentari potrà ridurre gli sprechi, in quanto lo smaltimento dei rifiuti e la pulizia dei cassonetti richiede enormi quantità di acqua corrente.

17. Riutilizza l’acqua della cucina quando possibile

Infine, il modo migliore per conservare acqua è il riutilizzo. A volte basta veramente poco: per esempio, l’acqua bollente della pasta può essere utilizzata per lavare i piatti, e una volta sporca rimane comunque adatta ad annaffiare le piante.

2020-10-05T18:05:36+02:0012 Dicembre 2020|
Torna in cima