Acqua alla Spina: una soluzione ecologica e conveniente

Home/Articoli/Acqua alla Spina: una soluzione ecologica e conveniente
acqua alla spina

Giugno 27, 2020

Categoria: Articoli

Tutti Gli Articoli

Erogazione di acqua alla spina: una soluzione o un azzardo?

D

i solito nelle attività di ristorazione si sceglie di servire ai propri clienti l’acqua in bottiglia, cercando di garantire in questo modo un consumo sicuro e di qualità. Tuttavia, non sono pochi i ristoranti e i locali che stanno implementando l’utilizzo di acqua alla spina, concentrando la loro attenzione all’installazione e al mantenimento di un impianto che possa garantire un prodotto purificato al 100%. Questa scelta potrebbe far storcere il naso a consumatori o gestori che vedono nell’acqua alla spina un liquido di qualità minore rispetto alle acque minerali: si tratta, in realtà di una concezione errata che non si basa affatto su motivazioni valide. Anzi, adottare un erogatore d’acqua alla spina porta una nutrita serie di vantaggi al locale: ecco i più importanti.

Il distributore d’acqua alla spina: una scelta ecologica

Non è raro, soprattutto nei grandi centri di ricerca come le università, trovare dei distributori d’acqua alla spina che permettono agli studenti di riempire le proprie bottiglie in maniera sicura. L’implementazione di questo dispositivo è stata immediata in questi luoghi proprio per la conoscenza che essi hanno dell’importanza di ridurre lo smaltimento dei rifiuti plastici, evitando di ricorrere all’acqua in bottiglia. L’acqua alla spina, infatti, fa bene all’ambiente, e aiuta a “disintossicarsi” dalla plastica e dalle sostanze dannose che questa può rilasciare. Questo si traduce, naturalmente, in una minore presenza di rifiuti, e anche, a livello locale, di un ambiente più pulito e meno “macchiato” da bottiglie lasciate dall’incuria dei maleducati. Se tutti i locali, soprattutto quelli con più clienti, decidessero di ricorrere all’acqua alla spina i benefici a livello ecologici sarebbero enormi, abituando anche i consumatori a implementare gli impianti di depurazione a casa propria, sfatando il tabù dell’acqua del rubinetto “cattiva”.

noleggio erogatore eventi

L’acqua alla spina, una soluzione amica del risparmio

Naturalmente, un locale deve anche pensare a come far quadrare i conti: per questo motivo molti gestori rinunciano all’installazione di un distributore di acqua alla spina per paura di dover investire troppo denaro. In realtà, la spesa si rivela minima se paragonata a quanto si spende all’anno nell’acquisto e nello stoccaggio dei blister di acqua minerale. Basta fare un paragone fra il prezzo medio di un litro di acqua minerale di buona qualità e quello dell’acqua proveniente dall’acquedotto: 0,25 centesimi rispetto a 0,3 centesimi. Non occorre molto per capire che il risparmio a lunga durata è decisamente elevato, e permetterà al locale non solo di recuperare il denaro perso nell’installazione dell’impianto, ma addirittura di guadagnare più denaro con il passare del tempo. Un’altra conseguenza positiva dell’implemento dell’acqua alla spina è l’ottimizzazione degli spazi. Si potrà dire addio, infatti, alla fatica legata allo stoccaggio, che richiede l’occupazione di spazio e un costante monitoraggio delle condizioni di conservazione (la cui scorretta applicazione può comportare anche multe molto salate). Insomma, adottando un distributore d’acqua alla spina sarà possibile ottimizzare il proprio locale con una spesa minima, effettuando un investimento che garantisce un guadagno sicuro e una maggiore serenità nella gestione dell’acqua.

L’acqua alla spina: buona, fresca e invitante

Occorre analizzare anche l’effetto positivo che l’acqua alla spina ha sul cliente. Questo parte già dalla percezione che questo avrà dell’impegno del locale riguardo all’ecologia: molti consumatori, infatti, non sono affatto insensibili ai problemi presenti nel nostro ecosistema, e per questo motivo rimarranno impressionati dal desiderio virtuoso di un ristorante o simili nel compiere la propria parte per ridurre l’impatto ambientale della plastica.

Il secondo vantaggio di installare un distributore d’acqua alla spina è la possibilità che ha il ristoratore di offrire ai propri clienti un’acqua buona e sempre fresca, appena spillata e pronta da servire in pochi secondi. Il sapore dell’acqua alla spina, infatti, non risente affatto del trasporto, dello stoccaggio e della conservazione della plastica, ma proviene direttamente dall’acquedotto, acquisendo un gusto particolare e inconfondibile grazie ai filtri applicati. Non solo: anche gli aficionados di acqua frizzante potranno beneficiare di questo cambio, ottenendo un prodotto correttamente gasato dove il sapore non viene smorzato dall’apertura della bottiglia o dalla sua conservazione eccessivamente lunga. Diversi impianti, inoltre, offrono anche la possibilità di gasare l’acqua secondo le proprie esigenze, permettendo così di risparmiare anche sull’acquisto delle varie tipologie in bottiglia come naturale, frizzante o lievemente frizzante.

Tutto ciò si traduce in un servizio di qualità superiore che permetterà al cliente di sentirsi più seguito, ottenendo una tipo di acqua che possa rispondere direttamente alle sue esigenze e che gli assicura un’ottima qualità libera da sostanze dannose come le microplastiche. In questo modo si stabilisce anche un rapporto di fiducia fra il consumatore e il gestore del locale che dimostra il suo impegno nel trattare la clientela con una soluzione semplice ma molto efficace. Il distributore d’acqua alla spina, non a caso, si riconferma ogni anno come una scelta sempre più obbligata per la ristorazione del Bel Paese.

2020-06-04T11:44:54+02:0027 Giugno 2020|