Come scegliere il rubinetto per la cucina

Giugno 5, 2022

Categoria: Articoli

Tutti Gli Articoli

Hai deciso di acquistare un depuratore d’acqua domestico e adesso sei alla ricerca di un rubinetto per la cucina che sia adatto al depuratore ma, allo stesso tempo, che riesca ad abbinarsi allo stile dell’ambiente circostante.
Dopotutto in cucina anche l’estetica è tanto importante quanto la funzionalità.
Ma quale soluzione farà al caso tuo, tra le tante proposte in commercio? Come si fa a scegliere il rubinetto adatto per la cucina?
Vediamo insieme quali sono i fattori da considerare e i nuovi modelli più amati sul mercato.

Rubinetto da appoggio o da parete

Per scegliere il giusto rubinetto per la cucina da abbinare al tuo depuratore d’acqua domestico, dovrai valutare prima di tutto lo spazio che hai a disposizione sul top cucina.
Il rubinetto domestico più usato è quello da appoggio, che si installa direttamente sul lavandino, sul piano della cucina o sull’isola. Questo rubinetto è il più comune nelle cucine perché permette di scegliere diverse funzionalità come per esempio la presenza della molla o della doccetta estraibile.
Il secondo tipo di rubinetto è quello da parete, utilizzato solitamente per risparmiare spazio quando la cucina presenta dimensioni molto ridotte. Come possiamo dedurre dal nome infatti, il rubinetto viene installato a muro e non occupa spazio prezioso sul piano cucina.

Scegliere la tipologia di rubinetto

Una volta scelta l’installazione migliore per il rubinetto della tua cucina, dovrai valutare le giuste funzionalità in base alle tue necessità.
Un importante aspetto in base al quale scegliere tra le tante tipologie di rubinetto per la cucina è la canna. Esistono infatti diversi tipi di canna per rispondere alle esigenze di ogni cucina.
Rubinetto a canna alta. Questa tipologia è molto utile perché consente di riempire grandi pentole d’acqua, borracce e bottiglie alte o per esempio un innaffiatore. Il rubinetto a canna alta richiede ovviamente una cucina ed un lavabo spazioso o dotato di una doppia vasca. Inoltre lo spazio tra la base e il pensile sovrastante dev’essere consistente e per questo spesso si preferisce utilizzarlo nelle cucine che presentano l’isola o la penisola.

Rubinetto a canna bassa. Compatto e adattabile a qualsiasi tipo di lavello, il rubinetto a canna bassa è più utilizzato in cucine che non sono dotate di grandi spazi, proprio per non ingombrare maggiormente il piano. Se lo spazio tra la base ed il pensile della tua cucina non è abbastanza, il rubinetto a canna bassa è perfetto per ottimizzare gli spazi.

Rubinetto a molla. Questa tipologia è sicuramente tra le più innovative e di design per la cucina e rientra tra i rubinetti a canna alta.
In questo caso il rubinetto avrà una doccetta a molla, molto utile e versatile perché si orienta facilmente in base alle necessità
L’esempio perfetto è il nostro FLEX, l’erogatore con doccetta a cinque vie con uscita delle acque separate. Ideale per tutti gli impianti di depurazione domestici, garantisce una protezione in più grazie al suo filtro batteriostatico con argento che impedisce il proliferare dei batteri.
Inoltre, grazie al suo stile ed al colore facilmente abbinabile, è perfetto per dare un tocco di design e modernità alla cucina.

Questo erogatore permette di avere in un unico prodotto ben 5 tipi d’acqua differenti con uscite separate: la tradizionale acqua calda e acqua fredda del rubinetto e acqua liscia a temperatura ambiente, acqua liscia fredda e acqua gassata fredda filtrata. Azionando la leva di destra funziona come un tradizionale di miscelatore, azionando quella di sinistra invece ha la funzione di rubinetto a tre vie. Un unico sistema per avere sempre a disposizione acqua depurata, filtrata e pronta da bere, e acqua per altri usi domestici.

Rubinetto cucina elettronico

Ma la funzionalità del rubinetto in cucina non si esaurisce soltanto all’altezza della canna. Anche la modalità di azionamento influisce sulla praticità e sulla comodità d’uso dei rubinetti nella nostra routine quotidiana.
I rubinetti infatti si dividono in:

Monocomando
Bicomando

Il rubinetto monocomando è anche conosciuto come miscelatore ed è dotato di un’unica maniglia laterale o superiore che serve ad erogare acqua o chiudere il flusso. Da quest’unica maniglia si sceglie anche la temperatura dell’acqua portandola da un senso all’altro.

Il rubinetto da cucina bicomando invece è quello dotato di due manopole che indicano l’acqua fredda e l’acqua calda e permettono di regolare l’equilibrio tra le due temperature.

In commercio poi esistono sempre più rubinetti ad alta tecnologia che erogano acqua potabile grazie alla tecnologia touch.
È il caso del rubinetto Cigno elettronico Hydra, un erogatore elegante e soprattutto all’avanguardia che permette di scegliere tra acqua a temperatura ambiente, fredda, naturale o gassata con un semplice tocco. Abbinato ad un depuratore d’acqua con bombola CO2 per rendere l’acqua frizzante, il cigno elettronico è, al pari di FLEX, un ottimo elemento di design per una cucina moderna.

Rubinetto touch Hydra

Tra le caratteristiche più importanti per scegliere il rubinetto per la cucina, la funzionalità è senza dubbio un elemento d’obbligo. Poter regolare la temperatura e, ancora meglio, poter scegliere se avere acqua frizzante o naturale direttamente dal proprio rubinetto rappresenta una sensazione impagabile.

Se preferisci gli erogatori dotati di un unico braccio, Unico Touch rappresenta una soluzione elegante ed estremamente funzionale grazie ai tasti touch con i quali puoi scegliere la temperatura dell’acqua e la tipologia tra naturale e frizzante. Nella sua versione quadrata, Unico Touch si abbina a cucine moderne dalle forme più sinuose a quelle più squadrate.

Se invece preferisci avere due vie separate tra l’acqua potabile e l’acqua per uso domestico, Unico 2 sarà il rubinetto perfetto per la tua cucina. Dotato di due braccia, permette di separare facilmente da un lato la temperatura dell’acqua e dall’altro l’acqua naturale e frizzante.

Una volta provata la soluzione depuratore, nessuno è mai tornato indietro.
Questo perché il depuratore ed il rubinetto abbinato permettono, prima di tutto, di avere in casa due tipologie d’acqua che mettono d’accordo i gusti di tutta la famiglia e degli ospiti.
In secondo luogo, perché ci liberano dall’ingombro e dalla fatica di trasportare pesanti casse d’acqua dal supermercato a casa, che si accumulano diventando poi rifiuti da buttare.
Senza contare l’impatto ecologico che deriva dall’acquisto dell’acqua al supermercato.

Sebbene il depuratore con il rubinetto per la cucina abbinato possa sembrare una spesa importante, la verità è che non solo rappresentano un investimento economico, ma anche un investimento sulla propria salute e su quella del pianeta.
Dopo il costo iniziale, le uniche spese che avrai saranno quelle della sostituzione dei filtri, cioè uno o due all’anno, rispetto alle casse d’acqua che vanno acquistate molto più frequentemente e alla lunga costano di più.

Come pulire il Rubinetto

Dopo aver acquistato il rubinetto perfetto per la tua cucina, è importante prendersene cura con la giusta pulizia per renderlo duraturo nel tempo.
Ecco alcuni consigli che puoi seguire per mantenere il tuo rubinetto lucido e pulito:

Utilizza prodotti neutri e non aggressivi, per evitare di danneggiare il rivestimento o opacizzarlo.
Scegli detergenti specifici contro il calcare per evitare le incrostazioni all’interno del rompigetto oppure opta per una miscela di aceto.
Asciuga il tuo rubinetto da cucina subito dopo ogni lavaggio con un panno morbido, per evitare formazioni di calcare e per mantenerlo lucido.

Come abbiamo potuto vedere, ci sono tanti modelli tra i quali scegliere il giusto rubinetto per la cucina, da quelli più innovativi ai classici tradizionali.
Confronta i modelli che ti piacciono di più e scegli quello che preferisci nella nostra pagina prodotti.