Perché bere acqua mantiene il sistema immunitario in salute

Home/Articoli/Perché bere acqua mantiene il sistema immunitario in salute
Importanza idratazione

Giugno 13, 2020

Categoria: Articoli

Tutti Gli Articoli
Q

uando si tratta della propria salute è bene seguire tutti gli accorgimenti che permettono di ottenere un corpo sano, favorendo le normali funzioni del nostro organismo. Si sente spesso parlare di dieta sana, sport e cura della persona quando si tratta di stabilire una buona prassi per il benessere, ma uno dei fondamenti necessari per vivere bene e a lungo è sicuramente l’idratazione. L’acqua, dopotutto, è all’origine di qualsiasi fonte di vita, e non stupisce che giochi un ruolo così importante nel mantenimento di ogni essere umano.

Non bisogna dimenticare che proprio gli uomini sono composti da un’alta percentuale di acqua, almeno il 60%, e per questo motivo hanno bisogno di mantenersi idratati in ogni momento della giornata per poter permettere al proprio corpo di funzionare correttamente.

Insomma, bere acqua è un’azione che non va trascurata. Questo concetto, per banale che sia, non dev’essere preso sottogamba: in Italia, fortunatamente, la maggioranza della popolazione dichiara di bere i canonici 8 bicchieri d’acqua al giorno, ma non manca anche chi, anche solo per pochi giorni, non consuma più di 1 o 2 bicchieri in quanto non è soggetto allo stimolo della sete.

Importanza idratazione

I problemi della disidratazione

Un concetto che non è sempre ben chiarito da chi parla di disidratazione è che questa non avviene solo quando non si beve acqua per molti giorni, ma è un processo che può interessare il nostro corpo già dopo alcune ore senz’acqua. Un’altra credenza vuole che lo stimolo della sete sia l’unico sintomo che indica una mancanza di liquidi, ma non è proprio così: anche quando non si è assetati il nostro corpo ha comunque bisogno d’acqua, che perde attraverso il sudore, la salivazione e altre funzioni corporee come la minzione e addirittura il pianto. Ecco le conseguenze più gravi della disidratazione:

–    Mal di testa: il cervello è il primo a percepire la mancanza di liquidi, insieme alla bocca. Per questo motivo segnala al sistema nervoso che c’è bisogno di un “rifornimento” creando dolori alla testa anche lancinanti.

–     Stanchezza e confusione: così come la mancanza di cibo, la disidratazione porta ad avvertire un pesante senso di stanchezza, impedendo anche una corretta concentrazione.

–     Secchezza delle fauci: la gola secca è un classico sintomo della disidratazione, e si tratta di una condizione fastidiosa e anche dolorosa, che danneggia il meccanismo della deglutizione.

 I vantaggi dell’idratazione

Bere molta acqua ha degli effetti benefici sul nostro corpo che non si fermano alla semplice soddisfazione dello stimolo della sete. Introdurre liquidi a sufficienza nel proprio corpo (che non possono essere solo bevande zuccherate o alcool) può beneficiare diverse parti dell’organismo umano, e permettono anche di osservare dei miglioramenti estetici. Ecco i principali vantaggi dell’idratazione:

–    Ottimale regolazione della temperatura corporea: in estate non c’è niente di meglio di un bicchiere d’acqua ghiacciata, mentre in inverno questa si può consumare con un the o una tisana caldi. Il benessere che proviamo dopo un sorso di queste bevande deriva dalla capacità che hanno di regolare la temperatura interna del nostro corpo, alleviando la sensazione di afa o di calore.

–     Mantenimento pelle e capelli: per ottenere una pelle liscia e morbida e dei capelli lucenti non sempre bastano creme o shampoo. La differenza fondamentale deriva proprio dalla corretta idratazione: per mantenere l’elasticità dell’epidermide e la resistenza del corpo capelluto occorre bere grandi quantità di acqua.

–     Riduzione della fame: la sensazione di avere lo stomaco vuoto porta spesso ad autoconvincersi di avere fame anche quando non c’è un vero e proprio bisogno di cibo. Un solo bicchiere d’acqua può aiutare a placare questo disagio contribuendo a provare un senso di sazietà.

 Come mantenersi sempre idratati

La dose giornaliera raccomandata di acqua per adulti di aggira tra 1,5 e 2 litri, che si traduce in 8 bicchieri da consumare durante tutto l’arco del ciclo di veglia. Possono sembrare tanti, ma in realtà è possibile gestirli per un consumo facilitato: per esempio, bere 2 bicchieri d’acqua a pasto (colazione, pranzo e cena) e altri 2 durante le pause del mattino e del pomeriggio è una buona routine che permette di integrare l’acqua in maniera naturale. Non solo: per assumere abbastanza liquidi è bene anche controllare la propria dieta, aumentando il consumo di verdure e frutta ad alto contenuto di acqua come i cetrioli, la lattuga e l’anguria, limitando allo stesso tempo il consumo di alimenti salati. Un altro suggerimento molto importante riguarda il consumo dell’acqua durante l’attività fisica: in questo caso occorre portare con sé una bottiglia da almeno 1 litro per reintegrare i liquidi perduti. Attenzione: per attività fisica si comprendono anche le passeggiate e le escursioni: in questo caso è consigliato bere acqua ogni 15 minuti, senza aspettare di avere sete. 

Infine, è molto importante che l’acqua consumata sia sempre pura e potabile, come quella minerale o quella che si ottiene grazie ai depuratori d’acqua domestici.

2020-06-04T11:44:36+02:0013 Giugno 2020|
Torna in cima