Residuo fisso e durezza dell’acqua: come un erogatore Hydra può modificare il residuo fisso

Home/Articoli/Residuo fisso e durezza dell’acqua: come un erogatore Hydra può modificare il residuo fisso
Residuo fisso e durezza dell’acqua: scopri come modificarlo con Hydra

Aprile 5, 2021

Categoria: Articoli

Tutti Gli Articoli
L

’acqua è un elemento comune della vita di tutti i giorni: la utilizziamo per lavare i piatti, fare la doccia, annaffiare le piante e, naturalmente, per mantenere una corretta idratazione. Si tratta di una sostanza talmente comune che pochi sanno veramente cos’è il residuo fisso.

Molto spesso, infatti, quasi non si fa caso ai valori di durezza, sali minerali e simili, ma è bene sempre sapere cosa si nasconde dietro a questa terminologia e quanto questi valori influiscono sulla nostra salute.

In particolare, la quantità di sostanze per mg/L di acqua potabile possono rivelarsi nocive per tutto l’organismo umano: basta ricordare come l’assunzione di liquidi influenzi anche il benessere di pelle e capelli.

Tuttavia, non è il caso di allarmarsi: basta conoscere con esattezza in cosa ci si imbatte nel caso di basso o alto residuo fisso, come variare questo valore e a chi rivolgersi per essere sicuri di ottenere una bevanda sana e sicura al 100%.

Che cos’è il residuo fisso?

Con questo termine si individua la quantità di sali minerali disciolti per mg/L delle acque.

Di solito si può trovare anche indicato con la sigla Rf o, in alcune varianti anglofone, TDS (total dissolved solids).

In poche parole, più alto è questo valore più l’acqua è ricca di sostanze che la classificano come minerale: in questo ambito si opera una distinzione che parte da quelle meteoriche (basso Rf), oligominerali (medio Rf) e salate (massimo Rf).

Controllare questo parametro diventa un gesto molto importante per salvaguardare la propria salute in caso siano presenti determinate patologie o, più semplicemente, per ottenere un gusto più gradevole.

Gli svantaggi di utilizzare un’acqua con elevato residuo fisso?

La massiccia presenza di sali minerali può rivelarsi dannosa per chi soffre di patologie renali o ha particolari problemi di diuresi, ma allo stesso tempo un’acqua di questo tipo può anche influire sulla salute della pelle e dei capelli.

Bisogna specificare che non si tratta di danni irreparabili, ma è comunque un ostacolo a mantenere al meglio la propria salute e, per molti consumatori, rappresenta anche un aspetto sgradevole dal punto di vista del gusto.

Sono molte le persone, infatti, che si lamentano di quelle acque che reputano “pesanti”, un’affermazione paradossale per definire un liquido di questo genere che assume però significato quando siamo in presenza di prodotti dall’alto residuo fisso.

D’altra parte, tipologie più cariche di sostanze possono rivelarsi invece più adatte per le esigenze di chi ha bisogno di molti sali minerali nella propria dieta: se vogliamo fare un paragone possiamo riferirci al sale iodato, che viene appositamente modificato per apportare più sodio a chi soffre di patologie alla tiroide.

Viceversa, assumere acqua dal basso residuo fisso può rivelarsi un’ottima soluzione se si è soggetti a determinati inestetismi della pelle come la cellulite, che si forma anche in base alla ritenzione idrica provocata dall’accumulo del sodio nei tessuti.

 I vantaggi di utilizzare un erogatore Hydra

Ci sono molte buone ragioni per decidere di installare nella propria abitazione un erogatore d’acqua, ma solo con Hydra si possono avere alcune garanzie riguardo alla qualità e alla lunga durata di ogni prodotto: vediamole nel dettaglio.

  • Origine sicura: acquistando l’acqua in bottiglia al supermercato non sempre è veramente chiaro da dove provenga il liquido contenuto all’interno. Per esempio, non è raro trovare alcune marche che vantano un’origine legata a fonti di montagna quando in realtà si attinge a una comunissima falda. L’erogatore Hydra permette di sapere che ciò che si beve proviene dal rubinetto di casa dove si può contare su un’ottima filtrazione.
  • Basso residuo fisso: in natura possono esistere delle acque minerali con un residuo fisso sicuramente minore rispetto ad altre, ma solo con l’utilizzo di un sistema filtrante si può affermare di bere un prodotto che garantisce un valore veramente basso. C’è di più: grazie al depuratore si può direttamente modificare questo parametro per ottenere il sapore o la composizione desiderata.
  • Purezza garantita: quello che distingue l’acqua erogata da un prodotto Hydra e quella disponibile al supermercato non è solo il residuo fisso, ma la presenza più o meno consistente di sostanze chimiche, biologiche e plastiche. Solo con il giusto filtro, infatti, è possibile sbarazzarsi di microorganismi, metalli ferrosi e microplastiche.
  • Risparmio economico: ottenere un’acqua in bottiglia di buona qualità non è impossibile ma, come tutti i prodotti da acquistare, è necessario pagare di più. Non è raro trovare le classiche “leggerissime” a ben 50 centesimi a bottiglia, un prezzo che potrebbe sembrare quasi giustificato ma non se lo compariamo con i 0,8 centesimi al litro medi per le acque ottenute tramite erogatore Hydra. Basta qualche calcolo per capire che un blister di prodotti del supermercato grava sulla spesa familiare in maniera molto più consistente rispetto all’acquisto di un sistema filtrante, senza la possibilità, eventualmente, di variare il residuo fisso a proprio piacimento senza ottenere un conto più salato.

Per finire, possiamo affermare che per beneficiare totalmente dei vantaggi dell’acqua è necessario fare la giusta attenzione a cosa contiene e da dove proviene, un’esigenza che può essere soddisfatta facilmente installando un erogatore.

2021-04-14T10:13:03+02:005 Aprile 2021|
Torna in cima