Novembre 11, 2020

Tutti Gli Articoli

La cozzeria e pizzeria Lagrange è un locale su due piani, in una delle vie più prestigiose di Torino, che ti accoglie tra le sue volte dipinte di blu con decori e paesaggi marittimi.
Oltre alla buonissima pizza napoletana, il grande vanto del ristorante vede una lunga lista di portate di cozze preparate nei modi più disparati e di piatti di pesce fresco curati da uno chef specializzato esclusivamente nella loro preparazione.
Parliamo con Armando Seclen, uno dei soci del locale, che ha rilevato l’attività a luglio 2020.

Perché avete scelto Hydra e quali sono i vantaggi nell’avere acqua a km 0?

Abbiamo rilevato quest’attività solo a luglio, e l’erogatore d’acqua Hydra ci è stato consigliato da un nostro fornitore di vini.

L’abbiamo scelto da poco tempo, solo dal mese di settembre, ma ci troviamo già molto bene. Abbiamo deciso di avere un erogatore d’acqua soprattutto per offrire un menù fisso a pranzo, rivolto in particolar modo alla clientela business, che includa nel prezzo, anche l’acqua e il caffè. Inoltre, proprio per il tipo di clientela che abbiamo, ci piace portare a tavola una bottiglia che sia elegante e che rappresenti il locale e non la classica bottiglietta in plastica che puoi trovare ovunque.

Abbiamo in programma di includere l’acqua a km zero anche a cena perché abbiamo avuto un buon riscontro da parte dei clienti.

Avete intrapreso altre iniziative a favore dell’ambiente?

Sì,  oltre ad Hydra abbiamo fatto un’altra scelta che ci aiuta ad essere ancora più eco sostenibili e attenti all’ambiente.

Abbiamo scelto come fornitore di detersivi, l’azienda Diversey, un’azienda che dà la possibilità di avere un impianto nel locale con cui puoi produrre autonomamente prodotti per la pulizia, evitando l’utilizzo di plastica per gli imballaggi.
Come Hydra contrasta l’inquinamento causato dalla plastica, perché ti dà la possibilità di avere detersivi alla spina, evitando l’acquisto di inutili flaconi monouso.

Come è stata la ripresa dopo il lockdown, avete pensato a nuove strategie?

Purtroppo non è stata facilissima.

Avere un ristorante in un luogo così prestigioso come via Lagrange ha i suoi pro e i suoi contro ed in questo periodo di stop forzato, gli svantaggi sono diventati davvero pesanti. Uno fra tutti sono i costi fissi che i locali del centro di Torino sostengono per rimanere aperti, ma non solo.
Una larga parte delle nostre entrate proviene dal turismo, che è rimasto praticamente fermo, ad eccezione dei mesi estivi;  nonché dai visitatori provenienti da eventi o partite di calcio.
Anche gli uffici hanno scelto di avere più dipendenti che lavorano da casa e questo purtroppo, ha contratto il numero dei visitatori.

Non ci siamo comunque arresi e dopo un agosto piuttosto positivo, abbiamo attivato il nostro servizio delivery appoggiandoci, per il momento, su più piattaforme esterne, ma ci stiamo gradualmente organizzando per gestirlo anche internamente.

Qual è il piatto forte del locale, di cui volete parlarci?

Lo chef ci presenta uno dei piatti più apprezzati del ristorante: Le Cozze alla marinara.
A spiegarci il procedimento è il responsabile della cucina Michele Pascale, insieme allo chef Dino, che si occupa principalmente della preparazione di cozze e del pesce fresco.

Le cozze alla marinara, o anche cozze al limone, sono un antipasto sempre gradito a tavola, soprattutto tra gli amanti del pesce.
Essendo una portata molto semplice con pochissimi elementi, l’unico segreto per preparare le cozze alla marinara è la freschezza e la qualità degli ingredienti.
Una ricetta capace di farci gustare la bontà verace dei mitili molluschi, protagonisti assoluti di questo piatto.

Ricetta "Cozze alla marinara"

Ingredienti (per 4 persone):

  • Burratine pugliesi
  • Mortadella Bologna IGP Badeschi (3 fette)
  • Pesto di pistacchi (un cucchiaio)
  • Glassa di aceto balsamico
  • 4 spicchi di aglio
  • 3 kg di cozze
  • Una manciata di prezzemolo fresco
  • 2 cucchiai di olio di oliva
  • 2 limoni interi

Preparazione:

Pulizia delle cozze: eliminare il bisso, la barba e se i gusci presentano incrostazioni, raschiarli con l’aiuto di un coltello.
Lavatele a lungo in acqua fredda corrente.
Prendete una padella capiente e soffriggete l’aglio in olio d’oliva EVO, aggiungendovi il prezzemolo. Aspettare finché l’aglio non diventi biondo.

Trasferite le cozze e coprite con un coperchio, saltatele e lasciatele cuocere a fiamma vivace per 3-4′, finchè si sono aperte.
Risaltare di nuovo le cozze in modo da farle mischiare in modo omogeneo con l’olio e l’aglio.
Spremere i limoni e lasciate le scorze (precedentemente lavate e senza il bianco interno), in cottura.

Far cuocere ancora per circa 4-5 minuti.

Le cozze sono pronte!
Togliendo le scorze di limone, servitele in un piatto di portata e cospargete il prezzemolo tritato. 

Buon appetito!

Ristorante Pizzeria Lagrange

Via Giuseppe Luigi Lagrange, 43, Torino

vai al sito web